L’ex Chiesa SS. Salvatore è a pianta longitudinale con abside quadrangolare. Le origini risalgono, vista l’intitolazione, al XII sec. anche se dal punto di vista artistico si presenta come un edificio del XVII sec. La chiesa venne sommersa da un torrente in piena nel 1880 circa e solo negli ’80 di questo secolo venne sgombrata dai detriti e consolidata; gli interni sono fatiscenti, ma si conservano ancora parte degli stucchi settecenteschi e qualche affresco negli altari laterali. Solenne è l’aspetto della cornice in stucco del quadro centrale e il pavimento i mattonelle ottagonali è cosparso di lapidi e botole dove si tumulavano i cadaveri.

Vista del Museo

 
 

Interno del Museo

torna all'inizio del contenuto